• Ministero degli Affari Esteri
  • G.U. n. 4 del 15/01/2016
  • 35 Posti di Segretario di Legazione in prova
  • -
  • Titolo di studio: Laurea
  • Scadenza domanda: 29/02/2016
  • Date e sedi di esame

    La prova attitudinale del concorso si svolgerà a Roma presso l’Ergife Palace Hotel, via Aurelia n. 619, il giorno 16 marzo 2016, così come pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale “Concorsi ed Esami”, n. 16 del 26 febbraio 2016.
    I candidati sono tenuti a presentarsi all’Ergife Palace Hotel alle ore 9.30 del 16 marzo 2016, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità e di una fotocopia dello stesso.

    Le prove scritte si svolgeranno a Roma presso l’Ergife Palace Hotel, Via Aurelia n. 619, nei giorni 11, 12, 13, 14 e 15 aprile 2016 alle ore 9.00, secondo il seguente calendario:
    11 aprile 2016: prova di storia delle relazioni internazionali a partire dal congresso di Vienna (cinque ore a disposizione per lo svolgimento della prova);
    12 aprile 2016: prova di diritto internazionale pubblico e dell’Unione Europea (cinque ore a disposizione per lo svolgimento della prova);
    13 aprile 2016: prova di lingua inglese (composizione, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale; tre ore a disposizione per lo svolgimento della prova);
    14 aprile 2016: prova di politica economica e cooperazione economica, commerciale e finanziaria multilaterale (cinque ore a disposizione per lo svolgimento della prova);
    15 aprile 2016: seconda prova di lingua straniera scelta dal candidato tra francese, spagnolo e tedesco (composizione, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale; tre ore a disposizione per lo svolgimento della prova).


    • Procedura di concorso
    • Il concorso si articola in: 
      a) prova attitudinale; 
      b) valutazione dei titoli; 
      c) prove d’esame scritte e orali, ed eventuali prove facoltative di lingua.

    • Prova attitudinale
    • La prova attitudinale è volta ad accertare la capacità del candidato di svolgere l’attività diplomatica, con particolare riferimento alla conoscenza delle materie oggetto di concorso inclusa la lingua inglese e alla capacità di logicità del ragionamento. La prova attitudinale non concorre alla formazione del voto finale di merito.
      La prova attitudinale consiste in un questionario composto da 60 quesiti a risposta multipla, della durata di 60 minuti, riguardanti:
      a) storia delle relazioni internazionali a partire dal congresso di Vienna;
      b) diritto internazionale pubblico e dell’Unione Europea;
      c) politica economica e cooperazione economica, commerciale e finanziaria multilaterale;
      d) lingua inglese, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale;
      e) test per l’accertamento della capacità di logicità del ragionamento. 

      Sono ammessi alle successive prove scritte d’esame i candidati che abbiano risposto correttamente ad almeno due terzi delle domande incluse nel questionario a risposta multipla della prova attitudinale. 

      Per l’espletamento della prova attitudinale l’Amministrazione può avvalersi anche di procedure automatizzate gestite da enti o società specializzate in selezione del personale.

    • Prove scritte
    • Le prove d’esame scritte che vertono sulle seguenti materie:
      a) storia delle relazioni internazionali a partire dal congresso di Vienna;
      b) diritto internazionale pubblico e dell’Unione Europea;
      c) politica economica e cooperazione economica, commerciale e finanziaria multilaterale;
      d) lingua inglese (composizione, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale);
      e) altra lingua straniera scelta dal candidato tra le seguenti: francese, spagnolo e tedesco (composizione, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale). 

      I candidati dispongono di cinque ore per le prove d’esame scritte nelle materie di cui alle lettere a), b) e c) e di tre ore per le prove d’esame scritte di cui alle lettere d) ed e).

    • Prova orale
    • Sono ammessi alla prova d’esame orale i candidati che abbiano riportato una media di almeno 70 centesimi nelle cinque prove d’esame scritte, non meno di 70 centesimi nella composizione in lingua inglese e non meno di 60 centesimi in ciascuna delle restanti prove.

      La prova d’esame orale verte sulle materie che hanno formato oggetto delle prove d’esame scritte, nonché sulle seguenti materie:
      a) diritto pubblico italiano (costituzionale e amministrativo);
      b) contabilità di Stato;
      c) nozioni istituzionali di diritto civile e diritto internazionale privato;
      d) geografia politica ed economica.

      Per la lingua inglese e l’altra lingua straniera scelta, il candidato sostiene una conversazione su tematiche di attualità internazionale.

       Nel quadro della prova d’esame orale, il candidato è chiamato ad esprimere le proprie valutazioni su un tema dell’attualità internazionale, indicato dal Presidente della Commissione, al fine di accertare le sue attitudini ad esprimersi in maniera chiara e sintetica, ad argomentare in modo persuasivo il proprio punto di vista e a parlare in pubblico. La suddetta prova è valutata insieme con le altre materie su cui verte la prova orale. La prova orale, comprensiva altresì di una prova pratica di informatica, è oggetto di una valutazione unica.

  •  
     
  • Condividi sul tuo social

Volumi per il Concorso

articoli correlati

25/05/2016

Pubblicati i bandi di concorso per l’assunzione di 500 funzionari nel MiBACT

Candidature on line a partire dalla mezzanotte del 31 maggio e fino al 30 giugno 2016 per tutti i profili concorsuali

24/05/2016

Concorso 500 Funzionari Ministero dei Beni e delle Attivita' Culturali e del Turismo. Pubblicati i bandi

Assunzione a tempo indeterminato presso il MiBACT - GU n.41 del 24-5-2016

12/05/2016

Concorso per 500 Funzionari MiBACT: il bando si fa attendere

Il bando è in ritardo sulla tabella di marcia annunciata dal Ministro Franceschini, ma alcune cose sono ormai definite

26/04/2016

Concorsi per dirigenti dell’agenzia delle entrate

Quale è la situazione e quali saranno i tempi?