• Comune di Milano
  • G.U. n. del 30/12/2016
  • Concorso a 8 Posti Funzionario dei Servizi Amministrativi

  • -
  • Titolo di studio: Laurea
  • Scadenza domanda: 29/03/2017
  • Data e sede d'esame

    Nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – 4a serie speciale “Concorsi ed Esami” del 5 MAGGIO 2017 verrà data comunicazione della sede, del giorno e dell’ora in cui avranno luogo le prove scritte d’esame o l’eventuale preselezione. La medesima comunicazione sarà pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Milano. La pubblicazione di tale comunicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti per cui, i candidati ai quali non sia stata data comunicazione contraria, sono tenuti a presentarsi, senza alcun preavviso, presso la sede d’esame indicata.

  • Avviso domanda di partecipazione

    Le domande di partecipazione alla selezione, dovranno essere redatte esclusivamente per via telematica al seguente indirizzo www.comune.milano.it – Sezione Utilizza i Servizi – Selezione e Concorsi – Selezioni e Concorsi aperti - Concorsi pena esclusione, a far tempo dal giorno 18/02/2017 ed entro le ore 15,00 del giorno 29/03/2017.

    • Preselezione
    • Le prove d’esame potranno essere precedute da preselezione, così come previsto dall’art. 13 dell’Appendice n. 3 al Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi del Comune di Milano. In relazione al numero dei presenti alla preselezione, è riservata alla Commissione Esaminatrice la facoltà di stabilire, il giorno stesso della selezione, il numero dei candidati da ammettere alla prova scritta, individuati secondo l’ordine decrescente di merito.

    • PRIMA PROVA SCRITTA
    • Consisterà nello svolgimento di elaborati o nella soluzione di quesiti ai quali dovrà essere data una risposta sintetica, e verterà sulle materie previste per la prova orale.

    • SECONDA PROVA SCRITTA
    • Consisterà nella redazione di un elaborato a carattere pratico-applicativo o nella soluzione di uno o più casi con l’individuazione dell’opportuno percorso operativo, inquadrato nel contesto teorico di riferimento, relativo ad una o più materie previste per la prova orale.
      Saranno ammessi alla prova orale i candidati che avranno riportato, in ciascuna delle due prove scritte una votazione di almeno 21/30 o equivalente.

    • PROVA ORALE
    • La prova orale, tesa, inoltre, ad accertare un’adeguata conoscenza della lingua straniera scelta dal candidato, verterà sulle seguenti materie:
      - diritto amministrativo, con particolare riguardo all’attività della Pubblica Amministrazione;
      - diritto civile, con particolare riferimento alle obbligazioni (Libro IV del codice civile);
      - diritto penale, con riguardo ai delitti contro la Pubblica Amministrazione;
      - ordinamento degli Enti Locali;
      - il rapporto di lavoro subordinato nella Pubblica Amministrazione, con particolare riferimento agli Enti Locali;
      - legislazione in materia di tutela della privacy (D.Lgs. 196/2003 e s.m.i.);
      - sistemi di programmazione e controllo di gestione.
      Il colloquio concorrerà, altresì, ad approfondire la conoscenza della personalità del candidato ed a valutare le sue attitudini e le sue competenze in relazione al profilo da ricoprire.
      Nel corso delle prove si provvederà inoltre ad accertare il livello di conoscenza e uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua straniera indicata dal candidato.

  •  
     
  • Condividi sul tuo social

Volumi per il Concorso

articoli correlati

17/02/2017

Concorso Assistenti Giudiziari: banca dati ufficiale, l'Ok dal ministro

Il ministro Orlando dal suo profilo FB anticipa la possibile uscita della banca dati dei quiz

15/02/2017

Concorso 800 posti di Assistente Giudiziario: Corsi di preparazione alla prova preselettiva

Conclusi con successo i Corsi di preparazione alla prova preselettiva organizzati da Simone Formazione

14/02/2017

Concorso Assistenti Giudiziari: rinvio calendario della prova preselettiva

Tutto rinviato alla gazzetta ufficiale del 3 marzo

17/01/2017

800 assunzioni per la PA: ben 740 nell’Agenzia delle Entrate

Firmato il decreto per lo sblocco delle assunzioni nella PA: spazio ai controllori delle Entrate, tutte le assunzioni nella PA centrale. Ecco i dettagli.