• Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca
  • G.U. n. 75 del 25/09/2012
  • 11542 Posti e Cattedre di Personale Docente nelle Scuole
  • Concorso a Cattedre 2012 - 11542 posti
  • Titolo di studio: Laurea/Diploma
  • Scadenza domanda: 07/11/2012
  • Prove scritte dall'11 al 21 febbraio 2013, secondo le classi di concorso, some riportato dall'avviso del 10 gennaio 2013 pubblicato sul sito Internet del MIUR.

    • Prova di preselezione:
    • Ai fini dell'ammissione alle prove scritte i candidati devono superare una prova di preselezione computer-based, unica per tutti i posti e le classi di concorso e per tutto il territorio nazionale, volta all'accertamento delle capacità logiche, di comprensione del testo, delle competenze digitali nonché delle competenze linguistiche in una delle seguenti lingue comunitarie a scelta del candidato: inglese, francese, tedesco e spagnolo. La prova si svolge in più sessioni.
      I candidati ammessi a ciascuna sessione hanno a disposizione una postazione informatica alla quale accedono tramite un codice di identificazione personale che sarà fornito il giorno della prova.
      Per ciascun candidato il sistema genera casualmente una prova costituita da 50 quesiti a risposta multipla con quattro opzioni di risposta, di cui una sola corretta, così ripartiti:
      - capacità logiche 18 domande;
      - capacità di comprensione del testo 18 domande;
      - competenze digitali 7 domande;
      - conoscenza della lingua straniera 7 domande.
      I quesiti sono estratti da una banca dati resa nota tramite pubblicazione sul sito del Ministero (www.istruzione.it) 20 giorni prima dell'avvio delle sessioni di preselezione.
       

    • Prove scritte ovvero scritto-grafiche:
    • I candidati che superano la preselezione sono ammessi, con decreto del direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale competente, a sostenere una o più prove nazionali scritte ovvero scritto-grafiche relative alle discipline oggetto di insegnamento per ciascun posto o classe di concorso.
      Le prove consistono in una serie di quesiti a risposta aperta e sono finalizzate a valutare la padronanza delle competenze professionali nonché delle discipline oggetto di insegnamento.
      La prova scritta della scuola primaria comprende anche l'accertamento della conoscenza della lingua inglese.
       

    • Prova orale:
    • La prova orale, distinta per ciascun posto o classe di concorso, ha per oggetto le discipline di insegnamento e valuta la padronanza delle medesime nonché la capacità di trasmissione delle stesse e la capacità di progettazione didattica, anche con riferimento alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC). La prova orale valuta altresì la capacità di conversazione nella lingua straniera prescelta dal candidato. Per l'ambito disciplinare n. 5 (Inglese e Francese) la prova orale si svolge interamente nella lingua straniera.
      La prova orale consiste:
      a) in una lezione simulata, della durata di 30 minuti, su una traccia estratta dal candidato 24 ore prima della data programmata per la sua prova orale. A tal fine la commissione predispone un numero di tracce pari a tre volte il numero dei candidati. Le tracce estratte sono escluse dai successivi sorteggi;
      b) in un colloquio immediatamente successivo, della durata massima di 30 minuti, nel corso del quale sono approfonditi i contenuti, le scelte didattiche e metodologiche della lezione di cui alla lettera a).
      La prova orale della scuola primaria comprende anche l'accertamento della conoscenza della lingua inglese.
       

  •  
     
  • Condividi sul tuo social

articoli correlati

29/07/2015

Riforma PA. E' al capolinea il riordino della disciplina dei concorsi pubblici

Il voto minimo di laurea non sarà più requisito di ammissione al concorso

24/07/2015

Lavorare nell’Unione Europea - Prima puntata: i concorsi nell’UE

Essere assunti nelle varie istituzioni dell’Unione europea, che accolgono in media più di 40.000 dipendenti, resta un miraggio per molti ma in realtà non è così difficile come potrebbe sembrare.

23/07/2015

Borse di studio per tirocini formativi presso Uffici Giudiziari

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero della Giustizia che determina le risorse destinate alle borse di studio

22/07/2015

Concorso in Magistratura – Interrogazione parlamentare

Dopo le segnalazioni del Codacons presentata una interrogazione parlamentare