• 11/04/2017
  • Come arrivare alla Fiera di Roma ed altre dritte

  • Percorsi e consigli per arrivare alle prove preselettive del concorso a 800 assistenti giudiziari senza stress
  • Gran parte dei concorsi nazionali si svolgono ormai da anni alla Fiera di Roma, il polo fieristico della Capitale, che ospiterà dall’8 maggio al 24 maggio 2017 anche le prove preselettive del concorso per 800 assistenti giudiziari.
    Ogni giorno verranno espletati due turni: uno che inizia alle 8,30, un altro alle 14,30.
    La Fiera si trova fuori dal centro urbano (a 24 km dalla Stazione Termini) lungo l’Autostrada A 91 che da Roma porta all’aeroporto di Fiumicino.
    L’indirizzo esatto è via Portuense 1645, 00148 Roma.

     

     

    Il centro fieristico è comunque molto ben collegato anche con i mezzi pubblici, ma sia che si arrivi in auto o taxi, sia che si arrivi con il comodissimo treno regionale FL1, dovete sempre considerare i tempi che, il giorno delle prove, possono essere molto dilatati per il sovraffollamento.
    Considerate, infatti, che dal calendario delle prove preselettive pubblicato il 4 aprile 2017 dovrebbero essere chiamati ad ogni turno circa 10.000 candidati. Molti dei candidati giungono con familiari o amici accompagnatori, quindi è probabile che ad ogni turno circa 13/15.000 persone si riversino tutte contemporaneamente in zona Fiera. 

    Quindi, la prima parola d’ordine è “muoversi con un certo anticipo”.
    Mentre la seconda è “pazienza”: per quanto riuscirete ad arrivare prima degli altri, per quanto userete i trasporti ferrati, non riuscirete ad evitare tutte le file o il traffico.

    La Fiera ha vari ingressi: quello che sarà aperto per il nostro concorso è l’Ingresso Nord che si trova praticamente di fronte la fermata “FIERA ROMA” della linea ferroviaria FL1. In quest’articolo quando faremo riferimento alla Fiera di Roma intenderemo sempre l’Ingresso Nord.

    Vediamo ora però come arrivare alla Fiera.

     

    In aereo


    Se venite da fuori e usate l’aereo, lo scalo più vicino è, ovviamente, l’aeroporto di Fiumicino che dista dalla Fiera di Roma circa 10 minuti in taxi (il costo circa € 20/25,00 a corsa).
    Molto comodo è il treno metropolitano FL1 che parte dalla stazione Fiumicino Aeroporto e che in due fermate vi porta alla Fiera (scendete alla fermata “Fiera di Roma”) proprio di fronte all’Ingresso Nord (il prezzo del biglietto per chi viene da Fiumicino è € 8,00). Il treno parte ogni 15 minuti.
    Il treno da prendere è, ripetiamo, il regionale FL1: mi raccomando a NON prendere il Leonardo Express che da Fiumicino vi porta senza fermate a Roma!  

     

    In auto

    Se venite in auto e avete un navigatore satellitare (soluzione consigliata) l’indirizzo da impostare è Via Portuense 1555, Roma.

    Oppure se venite dal Grande Raccordo Anulare, dovete prendere l'uscita 30, direzione Fiumicino e poi seguire le indicazioni per imboccare l’autostrada A 91 sempre in direzione Aeroporto di Fiumicino, seguendo poi i cartelli per Fiera di Roma/Ingresso Nord.
    Per maggiori dettagli seguite le indicazioni e la mappa dell’ente Fiera di Roma.
    Considerate che dal centro di Roma in auto ci si impiega, con traffico normale, circa 40/45 minuti, ma durante le prove e soprattutto la mattina alle 8,30 potreste trovare le strade intasate e impiegarci anche più di un’ora. Quindi se venite in auto muovetevi con molto anticipo.
    Giunti alla Fiera troverete ampi parcheggi.

    In treno

    Arrivare alla Fiera di Roma in treno è forse la soluzione più comoda ed economica, ma attenzione anche qui: potreste trovare fila per prendere il treno (a me, in occasione di un concorso, è capitato di rimanere bloccato fermo in piedi, addirittura nel sottopasso della stazione). Quindi non è detto che riusciate a prendere il treno proprio nell’orario che vi siete prefissi.

    In ogni caso il treno che porta alla Fiera di Roma è il regionale FL1 che passa, nel giorni feriali, ogni 15 minuti. Il treno si può prendere alla stazione di Roma Ostiense (in 23 minuti si è alla Fiera) o a Roma Tiburtina (in 40 minuti si è alla Fiera). Il treno ferma anche a Roma Tuscolana, Roma Nomentana e Roma Trastevere.

    Dunque, per chi arriva in treno a Roma con Italo, che ferma a Roma Tiburtina, prendere l’FL1 è comodissimo: il prezzo del biglietto è quello ordinario (BIT) di € 1,00, valido per una sola corsa per tutti i mezzi pubblici. 

    Chi invece arriva a Roma Termini dovrà prendere la Metro B e scendere alla fermata Piramide che è collegata con un percorso pedonale interno con la stazione Roma Ostiense dove ferma il treno FL1.
    È consigliabile acquistare il biglietto da € 1,50 che è valido sia per la corsa sulla metro che sul treno FL1.
    Si consiglia l’acquisto del biglietto andata e ritorno prima di giungere in Fiera, perché al termine delle prove può essere molto difficile acquistare il biglietto in stazione vista l’enorme affluenza.
    Anche in questo caso ATTENZIONE a non prendere il Leonardo Express che vi porterebbe senza fermate all’Aeroporto di Fiumicino!  

     

    In Taxi

    Se venite da Fiumicino, il percorso fino alla Fiera di Roma – Ingresso Nord costa circa € 20/25,00 e dura intorno ai 10 minuti. Quasi mai venendo da Fiumicino si trova traffico. 

    Per chi viene da Roma, le tariffe, invece, possono essere diverse a seconda da dove si parte e soprattutto del traffico. Considerando un traffico elevato causa concorso, da Trastevere il taxi può costare circa € 40,00 (circa 40 minuti), da Stazione Termini € 60,00 (circa 50 minuti). Con traffico scorrevole i prezzi e i tempi si riducono notevolmente: da Stazione Termini circa € 35,00 per 26 minuti di percorso.

    Quella del taxi è una soluzione costosa ma a volte irrinunciabile soprattutto quando all’uscita della prove la Stazione della linea FL1 si congestiona e si ha voglia di “scappare via” dalla Fiera in tempi brevi.

    Per chiamare il taxi ecco alcuni numeri utili:
    - Radiotaxi 06 3570
    - Prontotaxi 06 6645
    - Radiotaxi 06 8822

    Ricordate che in Fiera vicino all’Ingresso EST c’è uno stazionamento dei taxi.

     

     

    Come vestirsi e cosa portare

    In primis scarpe comode: c’è da stare in piedi nelle file (per i treni, per i bagni ecc.) e da camminare, anche molto, per gli spostamenti (dalla metro al treno, dal treno ai padiglioni, all’interno dei padiglioni). Banditi i tacchi se non vorrete rimpiangere le vostre sneakers.
    I padiglioni sono climatizzati e a volte può far freddo: vestitevi a strati.
    Portate con voi lo stretto necessario.
    Non appesantite lo zaino con roba inutile, tipo libri da studiare all’ultimo momento: sono inutili e pesanti.
    Portate invece con voi qualche snack se vi viene fame, dell’acqua e qualche pocket coffee se nelle attese dovesse venirvi sonno.
    Non dimenticate poi il documento di riconoscimento (carta di identità, passaporto, patente auto con foto, tessera postale, porto d’armi ecc.) e la ricevuta di invio della domanda.

     

    Per gli accompagnatori

    Per gli accompagnatori dei candidati i concorsi sono solo file e lunghe attese. 

    Sono stato accompagnatore anch’io: il 30 aprile mia figlia ha partecipato alle prove di ammissione ai testi di medicina per la Cattolica. La mia attesa fuori è durata più di 6 ore ma la vostra dovrebbe durare un po’ meno in quanto le prove si svolgono in 45 minuti e non in 120 come quelle di mia figlia (se lo volete sapere, ai test non è passata ? ).
    Sta di fatto però che tra procedure di identificazione ed entrata di tutti i candidati, procedure di avvio prove, istruzioni ai candidati, svolgimento della prova e tempi di uscita (in genere quando i candidati sono molti, alla fine delle prove fanno uscire a scaglioni) ci sarà, per voi accompagnatori, da aspettare fuori un bel po’.
    La Fiera si trova in piena campagna quindi toglietevi dalla testa di fare un bel giro per Roma come inizialmente avevo pensato io.
    Però lì fuori ci sono bei prati: se è una bella giornata si può prendere anche il sole e mettersi a leggere un libro o un giornale stesi sull’erba.  Dentro ci sono bar e punti ristoro (ci sono anche i panini con la porchetta), con panche e tavoli e in certi momenti anche musica. All’interno del padiglione 10 (non so se sarà adibito questo per l’accoglienza degli accompagnatori come nel mio caso) ci sono sale auditorium con comode poltrone in cui potersi sistemare magari a schiacciare un pisolino: il mio vicino di poltrona ad un certo punto russava.

    Qua e là troverete anche delle prese per caricare i cellulari o i tablet se necessario.
    Ci sono i bagni.

     

    All’uscita

    Il momento più critico è l’uscita: normalmente i candidati distribuiti nei vari padiglioni e che, all’andata, erano entrati un po’ alla spicciolata, terminano ed escono tutti insieme. Quindi si crea il caos.
    A me è capitato anche un black out della rete cellulare, in quanto almeno una decina di migliaia di persone nel giro di poche centinaia di metri quadri, prendono contemporaneamente il cellulare per chiamare a casa o i propri accompagnatori. Può capitare quindi che i telefonini non funzionino più.

    Per ricongiungervi facilmente con i vostri accompagnatori all’uscita, magari prima di entrare fissatevi un posto in cui sapete di ritrovarvi.

    Non accalcatevi soprattutto se dovete andare verso la stazione: è inutile perché o siete i primi ad uscire o dovrete aspettare almeno un paio di treni prima di poterlo finalmente prendere. Spesso si intasa a tal punto la pensilina della stazione che la fila di persone inizia già sul piazzale prima del sovrappasso che conduce a questa.

    Ma alla fine anche la folla più caotica defluirà e riuscirete a ritornare a casa.

     
  •  
  • Stefano Ambrogio
     
  • Condividi sul tuo social