• Agenzia delle Entrate
  • G.U. n. 31 del 17/04/2018
  • Concorso a 510 Posti di funzionario, per attività amministrativo-tributaria

  • -
  • Titolo di studio: Laurea
  • Scadenza domanda: 17/05/2018
  • Date e sedi d'esame

    Il diario e la sede d'esame per lo svolgimento della prova oggettiva attitudinale saranno pubblicati con valore di notifica a tutti gli effetti il giorno 26 ottobre 2018 nel sito internet dell’Agenzia delle Entrate, www.agenziaentrate.gov.it, come da avviso dell'11 settembre 2018.

  • Il numero dei posti è così ripartito:

    - Emilia Romagna posti n. 60
    - Friuli Venezia Giulia posti n. 20
    - Lazio posti n. 30
    - Liguria posti n. 30
    - Lombardia posti n. 115
    - Marche posti n. 15
    - Piemonte posti n. 60
    - Provincia Autonoma di Bolzano posti n. 15
    - Provincia Autonoma di Trento posti n. 15
    - Toscana posti n. 60
    - Umbria posti n. 20
    - Valle d'Aosta posti n. 10
    - Veneto posti n. 60

  • Prove selettive

    La procedura di selezione prevede le seguenti fasi:
    a) prova oggettiva attitudinale;
    b) prova oggettiva tecnico-professionale;
    c) tirocinio teorico-pratico integrato da una prova finale orale. 

    • Prova oggettiva attitudinale
    • La prova oggettiva attitudinale consiste in una serie di quesiti a risposta multipla e mira ad accertare il possesso da parte del candidato delle attitudini e delle capacità di base necessarie per acquisire e sviluppare la professionalità richiesta.

      La prova è valutata in trentesimi.

      Sono ammessi alla prova oggettiva tecnico-professionale i candidati che riportano il punteggio di almeno 24/30 e rientrano in graduatoria nel limite massimo di cinque volte il numero dei posti per i quali concorrono. I candidati che si collocano a parità di punteggio nell’ultimo posto utile in graduatoria sono comunque ammessi alla prova oggettiva tecnico-professionale. 

    • Prova oggettiva tecnico-professionale
    • La prova oggettiva tecnico-professionale consiste in una serie di quesiti a risposta multipla per accertare la conoscenza delle seguenti materie:
      a) diritto tributario;
      b) diritto civile e commerciale;
      c) diritto amministrativo;
      d) elementi di diritto penale;
      e) contabilità aziendale;
      f) organizzazione e gestione aziendale;
      g) scienza delle finanze;
      h) elementi di statistica.

      La prova è valutata in trentesimi.

      Sono ammessi al periodo di tirocinio i candidati che riportano il punteggio di almeno 24/30 e rientrano in graduatoria nel limite massimo dei posti per i quali concorrono, aumentati fino al 30%. L’eventuale frazione decimale è arrotondata all’intero per eccesso. I candidati che si collocano a parità di punteggio nell’ultimo posto utile in graduatoria sono comunque ammessi al periodo di tirocinio. 

  •  
     
  • Condividi sul tuo social

Volumi per il Concorso

articoli correlati

19/10/2018

Legge di Bilancio 2019: quali le assunzioni previste?

Nuovi importantissimi dettagli sul piano straordinario di assunzioni per poliziotti, magistrati, funzionari e personale accademico

19/10/2018

Concorso DSGA 2018: i primi dettagli sul bando

Requisiti, prove e programmi per il concorso da Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi

18/10/2018

Praticanti avvocati: rinviati di 2 anni anche i corsi obbligatori

Parere favorevole del Consiglio di Stato allo slittamento della riforma

17/10/2018

Concorsi Ripam MAECI: pubblicate le date delle preselettive

Resi noti i calendari dei due concorsi al Ministero degli Affari Esteri

15/10/2018

Concorso 2445 OSS Regione Puglia: è ancora possibile fare domanda

Riaperti e modificati i termini per il maxiconcorso bandito dalla Regione Puglia

15/10/2018

Concorso Regione Campania 2018 da 10.000 posti: pubblicata la delibera

Tutte le informazioni sul maxiconcorso campano