• INPS - Istituto Nazionale Previdenza Sociale
  • G.U. n. 34 del 27/04/2018
  • Concorso INPS 2018 a 967 Posti di Consulente Protezione Sociale

  • -
  • Titolo di studio: Laurea
  • Scadenza domanda: 28/05/2018
  • Date e sedi d'esame

    Le prove orali si svolgeranno dal 29 ottobre al 5 dicembre 2018.
    Per la calendarizzazione delle prove orali la Commissione esaminatrice ha estratto la lettera “M” dell’alfabeto.
    I candidati saranno convocati alle prove orali, a partire da lunedì 29 ottobre 2018, secondo il calendario riportato. Si precisa che le ulteriori date di convocazione saranno pubblicate successivamente.
    Le prove orali si terranno presso la Direzione Generale dell’Inps, via Ciro il Grande n. 21, Roma.
    Le convocazioni saranno comunicate a mezzo raccomandata AR, ovvero mezzo PEC per coloro che hanno indicato tale indirizzo in domanda o con successiva comunicazione alla Direzione Centrale Risorse Umane – Area Procedure di reclutamento. Gestione giuridica e sviluppo del personale delle Aree professionali”.

  • Requisiti per l'ammissione

    Alla procedura selettiva di cui al presente bando possono partecipare coloro che, alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande, sono in possesso dei requisiti sotto indicati:

    a) laurea magistrale/specialistica (LM/LS) in una delle seguenti discipline: finanza (LM-16 o 19/S),ingegneria gestionale (LM-31 o 34/S), relazioni internazionali (LM-52 o 60/S), scienze dell’economia (LM-56 o 64/S), scienze della politica (LM-62 o 70/S), scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63 o 71/S), scienze economiche per l’ambiente e la cultura (LM-76 o 83/S), scienze economico-aziendali (LM-77 o 84/S), scienze per la cooperazione allo sviluppo (LM-81 o 88/S), scienze statistiche (LM-82), metodi per l’analisi valutativa dei sistemi complessi (48/S), statistica demografica e sociale (90/S), statistica economica finanziaria ed attuariale (91/S), statistica per la ricerca sperimentale (92/S), scienze statistiche attuariali e finanziarie (LM-83), servizio sociale e politiche sociali (LM-87), programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (57/S), sociologia e ricerca sociale (LM-88), sociologia (89/S), metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali (49/S), studi europei (LM-90 o 99/S), giurisprudenza (LMG-01 o 22/S), teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S) ovvero diploma di laurea (DL) secondo il “vecchio ordinamento” corrispondente ad una delle predette lauree magistrali ai sensi del decreto 9 luglio 2009 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;
    b) cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea ovvero appartenenza a una delle tipologie previste dall’art.38 decreto legislativo 165/2001;
    c) non essere stato destituito, dispensato o licenziato dall'impiego presso una pubblica amministrazione e di non essere stato dichiarato decaduto da altro impiego pubblico, né di essere stato interdetto dai pubblici uffici ai sensi della vigente normativa in materia;
    d) non aver riportato condanne penali, ancorché non passate in giudicato ovvero di aver riportato condanne penali (anche se sia stata concessa amnistia, condono, indulto o perdono giudiziale, applicazione della pena su richiesta ai sensi dell'art.444 c.p.p.), specificandone la tipologia, o avere procedimenti penali pendenti, specificandone la tipologia;
    e) posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari per i concorrenti di sesso maschile nati prima dell’anno 1986;
    f) godimento dei diritti politici e civili;
    g) idoneità fisica all’impiego.

    • Prima prova scritta
    • La prima prova scritta consiste in una serie di quesiti a risposta multipla e mira ad accertare la conoscenza delle seguenti materie:
      a) bilancio e contabilità pubblica;
      b) pianificazione, programmazione e controllo e organizzazione e gestione aziendale;
      c) diritto amministrativo e costituzionale;
      d) diritto del lavoro e legislazione sociale.
      La prova è valutata in trentesimi. Superano la prima prova scritta i candidati che riportano il punteggio di almeno 21/30.

    • Seconda prova scritta
    • La seconda prova scritta consiste in una serie di quesiti a risposta multipla e mira ad accertare la conoscenza delle seguenti materie:
      a) scienza delle finanze;
      b) economia del lavoro;
      c) principi di economia;
      d) diritto civile;
      e) elementi di diritto penale.
      La prova è valutata in trentesimi. Superano la seconda prova scritta i candidati che riportano il punteggio di almeno 21/30.

    • Prova orale
    • La prova orale verterà sulle materie oggetto delle prove scritte, nonché inglese e informatica.
      La sede, il giorno e l’ora di svolgimento della prova orale sono pubblicati sul sito internet dell’INPS e comunicati con raccomandata A.R., almeno 20 giorni prima della data della prova stessa. Il candidato che non si presenta nel giorno, luogo ed ora stabiliti senza giustificato motivo è escluso dal concorso.

  •  
     
  • Condividi sul tuo social

Volumi per il Concorso

articoli correlati

19/10/2018

Legge di Bilancio 2019: quali le assunzioni previste?

Nuovi importantissimi dettagli sul piano straordinario di assunzioni per poliziotti, magistrati, funzionari e personale accademico

19/10/2018

Concorso DSGA 2018: i primi dettagli sul bando

Requisiti, prove e programmi per il concorso da Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi

18/10/2018

Praticanti avvocati: rinviati di 2 anni anche i corsi obbligatori

Parere favorevole del Consiglio di Stato allo slittamento della riforma

17/10/2018

Concorsi Ripam MAECI: pubblicate le date delle preselettive

Resi noti i calendari dei due concorsi al Ministero degli Affari Esteri

15/10/2018

Concorso 2445 OSS Regione Puglia: è ancora possibile fare domanda

Riaperti e modificati i termini per il maxiconcorso bandito dalla Regione Puglia

15/10/2018

Concorso Regione Campania 2018 da 10.000 posti: pubblicata la delibera

Tutte le informazioni sul maxiconcorso campano