• Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – RIPAM
  • G.U. n. 56 del 17/07/2018
  • Concorso a 44 Posti di Funzionario per l’area promozione culturale

  • -
  • Titolo di studio: Laurea
  • Scadenza domanda: 31/08/2018
  • Data e sede d'esame

    Per motivi organizzativi le prove scritte relative al Concorso Ripam Maeci per l'assunzione a tempo indeterminato internazionale di 221 unità di personale presso il Ministero degli affari esteri e cooperazione non si terranno nel mese di marzo p.v,. secondo quanto previsto dal calendario pubblicato sul sito Ripam il 17 Dicembre 2018, del quale è stato dato avviso nella Gazzetta Ufficiale IV serie speciale “Concorsi ed Esami”, n. 100 del 18 dicembre 2018.
    Il nuovo avviso contenente il calendario aggiornato e la data di pubblicazione dell’elenco dei candidati ammessi a sostenerle, sarà pubblicato a partire dal 15 marzo 2019 sul sito internet http://ripam.formez.it, almeno quindici giorni prima dello svolgimento delle prove.

    • Preselezione
    • Qualora il numero delle domande di partecipazione lo renda opportuno, le prove di esame sono precedute da un test di preselezione. La prova preselettiva è intesa a verificare la preparazione di base sulle materie del concorso e le attitudini del candidato alle funzioni proprie del profilo professionale di funzionario per la promozione culturale, nonchè ad accertare la capacità di logicità del ragionamento. 
      La prova, della durata di cinquanta minuti, si articola in settanta domande a risposta multipla, di cui una sola giusta, e a correzione informatizzata sulle seguenti materie, ivi inclusi i quesiti per l'accertamento della capacità di logicità del ragionamento: 
      - patrimonio culturale italiano, in particolare dell'Ottocento e del Novecento, nei campi letterario, storico, artistico, musicale e dello spettacolo; 
      - lingua inglese; 
      - elementi di diritto amministrativo; 
      - elementi di contabilità dello Stato; 
      - elementi di economia e gestione delle imprese culturali. 

      Per la valutazione delle domande a risposta multipla si adotteranno i seguenti punteggi: 
      1 punto per ogni risposta esatta; 
      -0,33 punti per ogni risposta errata; 
      0 punti per ogni risposta omessa o per la quale siano state marcate due o più opzioni. 

      Sono ammessi alle prove d'esame scritte i primi 300 candidati classificatisi nel test di preselezione, purchè soddisfino i requisiti di ammissione previsti.
      I candidati eventualmente classificatisi al 300° posto con pari punteggio sono tutti ammessi alle prove scritte.

    • Prove scritte
    • Le prove d'esame scritte consistono in: 
      a) una composizione intesa ad accertare la conoscenza da parte del candidato del patrimonio culturale italiano, in particolare dell'Ottocento e del Novecento, nei campi letterario, storico, artistico, musicale e dello spettacolo; 
      b) un tema su un argomento di attualità internazionale nella lingua straniera prescelta dal candidato tra francese, inglese, spagnola, tedesca, araba, russa e portoghese, inteso ad accertare l'ottima conoscenza da parte del candidato della lingua prescelta.
      Per tale prova è consentito l'uso del dizionario bilingue. 
      I candidati dispongono di cinque ore per svolgere la composizione sul patrimonio culturale italiano e di tre ore per svolgere il tema in lingua straniera. 

    • Prova orale
    • La prova d'esame orale verte sulle seguenti discipline:
      a) patrimonio culturale italiano, in particolare dell'Ottocento e del Novecento, nei campi letterario, storico, scientifico, artistico, musicale e dello spettacolo;
      b) lingua inglese: conversazione e traduzione all'impronta di brani sia dall'italiano nella lingua straniera, sia dalla lingua straniera in italiano;
      c) lingua a scelta tra francese, spagnola, tedesca, araba, russa e portoghese (la stessa nella quale si è sostenuta la prova scritta oppure una a scelta tra queste se si è svolta la prova scritta in lingua inglese): conversazione e traduzione all'impronta di brani sia dall'italiano nella lingua straniera, sia dalla lingua straniera in italiano;
      d) elementi di diritto amministrativo;
      e) elementi di contabilità dello Stato;
      f) elementi di economia e gestione delle imprese culturali.
      Nel corso della prova d'esame orale ha inoltre luogo una prova di informatica. 

  •  
     
  • Condividi sul tuo social

Volumi per il Concorso

articoli correlati

14/03/2019

Concorsi Pubblici: illegittimo il voto di laurea minimo per profili professionali particolari

Interessante pronuncia del TAR Lazio sul voto quale requisito del bando di concorso

07/03/2019

Diventare navigator: ecco come sarà la prova

Nuovi dettagli su modalità, materie e banca dati

05/03/2019

Concorso MiBAC: assunzioni per 3.500 unità in arrivo

Nuovi bandi di concorso in arrivo dal MiBAC

25/02/2019

Le date dei test preliminari TFA sostegno

Il MIUR ha deciso: 29 e 28 marzo. Come preparare il concorso TFA

21/02/2019

TFA Sostegno per 14.224 posti: le prove il 28 e 29 marzo

Il MIUR ha imposto tempi strettissimi per le specializzazioni sul sostegno