• 07/05/2019
  • Condividi sul tuo social
  • Concorsi INPS 2019: in arrivo migliaia di assunzioni

  • Reso noto il piano delle assunzioni per il biennio 2019-2020
  • È stata pubblicata una determina presidenziale dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS) che ha svelato una serie di dettagli su quelle che saranno le scelte relative al personale del prossimo biennio 2019-2020.
    Il nuovo programma assunzionale si rende necessario per via dei sempre crescenti rapporti di lavoro cessati e delle ampliate esigenze tecniche dell’ente che si trova a fare i conti con nuove figure di assistenzialismo (come il Reddito di cittadinanza). La determina è stata firmata dal nuovo presidente dell’INPS Pasquale Tridico il quale ha confermato, anche tramite un’intervista in una nota trasmissione televisiva, che è necessario passare dai numeri di dipendenti correnti ad un numero più elevato per garantire il fabbisogno del personale.
    Il documento firmato dal presidente è adesso al vaglio degli altri Ministeri dell’Economia e delle Finanze, della Funzione Pubblica e del Lavoro per i controlli e gli stanziamenti del caso. 
    La determina ripercorre brevemente le tappe più importanti attraversate per le risorse umane che, a partire dal 2017, hanno contribuito a colmare le grosse lacune organiche nelle diverse sedi dell’ente di previdenza.  

     

    Il piano delle assunzioni per il 2019 e il 2020

    Nella determina si legge a chiare lettere il progetto assunzionale previsto per l’anno in corso.
    In particolare, l’INPS ha intenzione di assumere:

    • 35 medici di II livello tramite concorso;
    • 4.312 unità di posizione economica C1.

    Le 4.312 unità saranno assunte sia attingendo alla graduatoria del concorso da 967 consulenti per la protezione sociale indetto nel 2018, sia facendo riferimento a nuovi concorsi pubblici che dovranno essere banditi nei prossimi mesi e che saranno smistati fra le diverse categorie professionali dell’INPS.
    Nulla esclude, tra l’altro, che l’Istituto possa “ideare” delle nuove figure ad hoc (come è stato fatto con il consulente della protezione sociale e per l’analista del processo) da ripartire sul piano delle assunzioni.
    Sono poi previsti scorrimenti di altre graduatorie per assunzioni di categoria B1 (88 unità) e progressioni verticali per il personale interno.

    Non mancano ambiziosi progetti anche per il 2020.
    L’INPS infatti prevede di bandire un concorso per l’assunzione di 15 avvocati nelle sedi che presentano una maggiore carenza di personale e per altre 1379 unità di personale (posizione economica C1).
    Il documento riporta anche l’ostacolo normativo per le nuove assunzioni che è stato posto con la Legge di Bilancio 2019, la quale specifica che non è possibile stipulare contratti a tempo indeterminati aventi decorrenza giuridica anteriore al 15 novembre 2019 e a cui si farà fronte sia con lo scorrimento delle graduatorie dei concorsi già banditi (consulente protezione sociale) sia con la forma contrattuale a tempo determinato in via provvisoria. 

     
  • Determina presidenziale INPS
     
  • Alessio Caiaffa
     
  • Se hai suggerimenti, commenti o correzioni da segnalare, scrivi a blog.simoneconcorsi@simone.it
  • Condividi sul tuo social
  •